Le principali minacce alla sicurezza informatica: una breve panoramica 

Indice degli argomenti

Dopo aver esaminato caratteristiche, obiettivi e principali ambiti d’applicazione della cybersecurity, non ci resta che analizzare quali sono le principali minacce da fronteggiare. Anche in questo caso, ci troviamo di fronte a una moltitudine di elementi di rischio: dai più tecnici e automatizzati, come i malware, ai più “psicologici” e imprevedibile, come il phishing.

L’unico comun denominatore è la capacità di arrecare un danno, più o meno irreparabile, alle infrastrutture o alle vittime umane.

  • Malware: Il malware è un termine generico che si riferisce a software dannoso progettato per danneggiare, infiltrarsi o controllare un sistema informatico senza il consenso dell’utente. Questo può includere virus, worm, trojan, ransomware, spyware e adware.
  • Attacchi di phishing basati su ingegneria sociale, che comportano la manipolazione psicologica degli utenti al fine di ottenere informazioni sensibili o accesso non autorizzato a sistemi o reti. Ciò può avvenire attraverso telefonate, e-mail o interazioni online in cui gli aggressori cercano di convincere le persone a rivelare informazioni riservate.
  • Attacchi di Denial-of-Service (DoS o DDos): gli attacchi DoS mirano a sovraccaricare un sistema o una rete in modo che diventi inaccessibile agli utenti legittimi. Ciò può essere realizzato inviando un’elevata quantità di traffico o richieste al sistema target, che può essere sopraffatto e non in grado di rispondere alle richieste legittime.
  • Vulnerabilità informatiche: debolezze e falle di sicurezza che possono essere sfruttate attivamente dagli hacker mediante exploit o backdoor. Rappresentano spesso una minaccia imprevedibile, poiché in caso di vulnerabilità zero-day ad esserne a conoscenza e a sapere già come sfruttarle sono in primis i pirati informatici.
  • Attacchi alle password: cercano di ottenere accesso non autorizzato a sistemi o account utilizzando password debolezze o tramite il crack delle password. Ciò può consentire agli aggressori di ottenere accesso ai dati sensibili o impersonare utenti legittimi.
  • Attacchi di Advanced Persistent Threat (APT): gli attacchi APT sono attacchi sofisticati, a lungo termine e mirati, in cui gli aggressori cercano di infiltrarsi e persistere all’interno di una rete o di un sistema per ottenere informazioni sensibili o danneggiare l’organizzazione nel tempo.

Perché la sicurezza informatica è fondamentale

Avendo affrontato questa breve panoramica sul concetto di minaccia alla sicurezza informatica e su tutte le sue implicazioni, non resta che dimostrarne l’indiscutibile importanza. Senza dubbio, al giorno d’oggi qualsiasi business è fortemente dipendente dalla tecnologia. Tuttavia, all’aumentare della sua centralità e importanza, ne aumenta anche l’appetibilità per i criminali informatici. Di conseguenza, la vulnerabilità. Oggi sicurezza informatica equivale a competitività, compliance, ROI, ma soprattutto rispetto, benessere e tutela di lavoratori, clienti e del proprio business.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Torna in alto